Affermazione parzialmente falsa: i prefissi dei codici a barre identificano dove è stato fatto un prodotto

Nov 23, 2021
admin

By Reuters Staff

4 Min Read

Immagini virali sui social media affermano che i prefissi dei codici a barre possono identificare dove è stato fatto un particolare prodotto (qui, qui).

Diverse istanze di questo post stanno facendo questa affermazione per incoraggiare gli utenti dei social media a smettere di acquistare prodotti di fabbricazione cinese e andare invece con le alternative “americane”.

Il testo completo di un esempio di questa immagine recita: “Molto semplice: Prendete un prodotto. Guardate il codice a barre. Se i primi 3 numeri sono 690 o 691 o 692, il prodotto è stato fatto in Cina. Mettilo giù e compra da qualsiasi altro paese. Se i numeri sono da 00 a 09 per iniziare, è fatto in USA. Comprate americano.”

Questa affermazione è falsa per partito preso. Mentre i codici a barre possono identificare il paese d’origine dell’azienda produttrice, non indicano dove il prodotto è fatto.

I codici a barre più diffusi permettono di leggere un numero da otto a 14 cifre con uno scanner laser. Per esempio, il codice a barre 4-003994-111000 identifica una scatola come una confezione da 375 grammi di Kellogg’s Corn Flakes.

GS1 è un’organizzazione non-profit che assegna numeri unici nei codici a barre (qui).

Secondo GS1, “i codici a barre EAN (European Article Number)/UPC (Universal Product Code) sono stampati praticamente su ogni prodotto di consumo nel mondo. Sono i codici a barre GS1 di più lunga data e più utilizzati”. ( qui )

Sul suo sito web, GS1 specifica che alle aziende che utilizzano i suoi codici a barre vengono assegnati particolari prefissi numerici, basati su una serie di codici paese ( qui ).

È vero che i prefissi paese da 690 a 699 appartengono alle aziende associate cinesi, mentre i prefissi che iniziano con uno o più zeri appartengono alle aziende associate statunitensi. Tuttavia, GS1 nota che “poiché le aziende associate GS1 possono fabbricare prodotti in tutto il mondo, i prefissi GS1 non identificano il paese d’origine di un dato prodotto.” ( qui )

La sezione FAQ del sito web di GS1 affronta anche la questione se il prefisso del codice a barre di un prodotto mostra il suo paese di origine. “No, il prefisso GS1 non mostra il paese d’origine. Un numero di codice a barre EAN-13 inizia sempre con il prefisso GS1 dell’organizzazione membro GS1 che ha assegnato il numero di codice a barre. Il prefisso GS1 non indica che il prodotto è stato fabbricato in un paese specifico o da un produttore specifico; può essere stato prodotto in qualsiasi parte del mondo.” ( qui )

Nationwide Barcode, una società che fornisce codici a barre alle imprese negli Stati Uniti e in Canada (qui) afferma anche: “Sia che si acquisti un prefisso di codice a barre dalla GS1 o che si acquisti un codice a barre da una società come Nationwide Barcode, il codice a barre indicherà il paese in cui il prefisso ha avuto origine, indipendentemente da dove quella società fa produrre i suoi prodotti” ( qui ).

VERDETTO

Particolarmente falso: I prefissi dei codici a barre indicano la nazionalità dell’azienda produttrice, ma non ti dicono dove il prodotto è stato fabbricato

Questo articolo è stato prodotto dal team Reuters Fact Check. Leggi di più sul nostro lavoro di fact checking qui.

I nostri standard: I principi di fiducia di Thomson Reuters.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.