Cosa succede quando il tuo vecchio scaldabagno finalmente scoppia?

Dic 2, 2021
admin
March 27, 2015

È lo scenario che ogni proprietario di casa teme: Sei al lavoro, in viaggio o in vacanza quando ricevi una chiamata da un vicino o dai vigili del fuoco. Il vostro vecchio scaldabagno ha finalmente tirato le cuoia ed è scoppiato in tutto il vostro seminterrato. Insieme a dozzine di galloni d’acqua, ora dovete affrontare la pulizia della ruggine e di altre sostanze nocive che possono richiedere mesi per uscire completamente dalla vostra casa.

Purtroppo, questo è un risultato inevitabile di tutti gli scaldabagni ad accumulo, indipendentemente da quanto fedelmente li mantenete. Alla fine, l’accumulo di depositi minerali o di vecchi macchinari potrebbe causare un guasto catastrofico che lascia la vostra casa in disordine, ma la gamma di danni potrebbe essere molto peggiore a seconda di diversi fattori intorno alla vostra casa. Se continuate a rifornire la vostra casa con uno scaldabagno ad accumulo ma avete notato che ultimamente funziona un po’ più lentamente, potreste voler rispolverare quanto può essere devastante uno scaldabagno scoppiato.

Non lasciatelo in cantina mentre andate in vacanza.

Bombe a orologeria
Quello che scegliete per riscaldare l’acqua della vostra casa è uno dei primi e più grandi acquisti che fate mentre preparate una nuova casa. E poiché gli scaldabagni ad accumulo possono costare centinaia o migliaia di dollari, si può essere indotti a pensare che il prezzo pagato dia diritto ad almeno un decennio o due di utilizzo affidabile.

Purtroppo, pochi scaldabagni arrivano a tanto, e quando è il loro momento di andare, si assicurano di saperlo. Secondo l’Insurance Institute for Business & Home Safety, lo scaldabagno medio ad accumulo dura solo circa 10 anni. Entro i 9 anni, più del 40% è scoppiato, e solo 6 anni dopo aver installato il vostro nuovo modello, c’è ancora un 15% di possibilità che esploda in tutta la vostra cantina.

Come va tutto storto
Se i numeri grezzi non vi dimostrano che gli scaldabagni scoppiati possono portare il caos nella vostra casa altrimenti immacolata, forse un resoconto di come succede vi mostrerà che anche la pulizia non vale lo sforzo per gli scaldabagni.

Di solito a causa di accumuli di minerali nella parte del serbatoio del riscaldatore, nelle valvole che portano da e verso il serbatoio o in qualsiasi altro punto di strozzatura per l’acqua che entra ed esce dal sistema, la pressione può accumularsi nel tempo se l’elemento riscaldante è attivo. Quando la pressione fa scoppiare il punto più debole del sistema, l’acqua nel serbatoio scorre improvvisamente sul pavimento. Se siete abbastanza fortunati da avere spazio nel seminterrato, l’impatto potrebbe essere minimo. Tuttavia, se vivete in un condominio o le esigenze di spazio vi costringono ad avere il vostro riscaldatore su un piano superiore, l’ondata d’acqua potrebbe infiltrarsi nel pavimento e danneggiare anche la struttura interna della vostra casa.

“I serbatoi scoppiati non sempre si spengono automaticamente.”

A parte l’ovvia minaccia di danni all’acqua, i serbatoi scoppiati non sempre si spengono automaticamente, e l’elemento riscaldante potrebbe continuare a funzionare per ore se nessuno è in giro per staccare la corrente. Nel peggiore dei casi, una fiamma esposta darà inizio a un incendio che può causare molta più distruzione di quanto potrebbe mai fare l’acqua dal vostro scaldabagno.

Con anche una minima possibilità di danni catastrofici causati da scaldabagni difettosi, c’è da chiedersi perché i proprietari di case dovrebbero sopportare il rischio – specialmente quando gli scaldabagni senza serbatoio offrono prestazioni migliori senza alcuno dei rischi connessi alle loro controparti di riscaldamento domestico vecchio stile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.