Il prezzo medio delle case canadesi è salito del 18% nell’ultimo anno, dice CREA

Dic 14, 2021
admin

Business

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi via Email

Il mese scorso è stato l’agosto più affollato di sempre per le vendite di case

Pete Evans – CBC News

Posted: 15 settembre 2020
Ultimo aggiornamento: September 15, 2020

Un agente immobiliare che indossa una maschera protettiva saluta gli spettatori fuori da una casa in vendita a Montreal il mese scorso. Dopo essere entrati in un profondo gelo in marzo e aprile, le vendite di case canadesi sono state da allora molto calde. (Christinne Muschi/Bloomberg)

Il mercato immobiliare canadese ha continuato la sua corsa improbabile nel mese di agosto, poiché i prezzi medi sono saltati di quasi il 20 per cento da dove erano un anno prima, e il numero di case vendute ha frantumato il record mensile.

La Canadian Real Estate Association, che rappresenta più di 130.000 agenti immobiliari in tutto il paese, ha detto martedì che 58.645 case sono state vendute durante il mese, che è il 33 per cento in più rispetto allo stesso mese dello scorso anno. È anche più del sei per cento in più rispetto al numero di case vendute a luglio, che era a sua volta un record per il mese.

Agosto non è tipicamente un mese molto occupato per le vendite di case. Normalmente, il mercato inizia l’anno lentamente nei freddi mesi invernali prima di avere un picco in primavera, raffreddarsi durante l’estate e diventare di nuovo freddo come il ghiaccio verso la fine dell’anno. Poi il ciclo ricomincia a gennaio.

ADVERTISEMENT

Ma il 2020 ha gettato quelle tendenze stagionali fuori dalla finestra come le chiusure di marzo e aprile hanno ritardato molti acquisti di case e spinto la stagione degli acquisti fino alla fine dell’anno.

  • L’industria immobiliare emerge dal COVID-19 ma la nuova realtà è tutt’altro che normale

Anche con una pandemia globale che all’ultimo conteggio ha cancellato più di un milione di posti di lavoro dal mercato del lavoro canadese, il mese scorso è stato il sesto mese più trafficato da record per le vendite di case, e l’agosto più trafficato di sempre.

Leggi di più!

Anche i prezzi sono saliti alle stelle. Il prezzo medio di una casa canadese venduta il mese scorso è stato di 586.000 dollari. Questo è in aumento del 18,5% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

CREA dice che il prezzo medio può essere fuorviante perché le grandi vendite in mercati costosi come Toronto e Vancouver possono alterare il numero.

ADVERTISEMENT

(Infatti, se queste due città vengono eliminate, la media scende a 464.000 dollari. Se le intere province di B.C. e Ontario vengono eliminate, Montreal ha superato il resto del paese con 493.824 dollari e Calgary era appena dietro con 469.883 dollari. Nessun’altra città ha avuto un prezzo medio di vendita superiore a $ 400.000.)

A causa dell’influenza sproporzionata di quei grandi e costosi mercati sulla media nazionale, CREA calcola un’altra cifra, conosciuta come l’indice dei prezzi delle case, che il gruppo dice essere un miglior indicatore del mercato perché regola il volume e il tipo di abitazioni nei vari mercati.

  • Analisi Dal settore immobiliare alle imprese, i segni della pandemia stanno aumentando la concentrazione della ricchezza: Don Pittis

L’HPI è aumentato del 9,4 per cento in agosto. Questo è il più grande salto annuale dal 2017.

“È stata un’estate da record in molti mercati immobiliari in tutto il Canada, mentre gli agenti immobiliari e i loro clienti giocano a recuperare dopo la perdita di così tanto del mercato primaverile del 2020”, ha detto il presidente di CREA Costa Poulopoulos in un comunicato stampa.

“Sembra davvero che il mercato primaverile si sia spostato in estate.”

ADVERTISEMENT

Gli economisti dubitano che questo ritmo torrido possa durare

L’economista dellaTD Bank Brian DePratto dice che i numeri suggeriscono che il mercato continua a “sfidare la gravità” in qualsiasi modo lo si tagli, ma si chiede quanto possa durare.

“Mentre la mancanza di mercato primaverile è stato un fattore importante dietro l’estate forte fuori stagione, a partire da agosto, il livello di attività di vendita è ora in linea con le norme storiche, suggerendo che gran parte di questa domanda repressa è stata soddisfatta”, ha detto.

Nonostante le vendite siano crollate al loro livello più basso in decenni durante quei primi mesi di blocco, per il 2020 nel suo complesso finora 341.463 case hanno cambiato proprietario nei primi otto mesi dell’anno. Questo è lo 0,8% in più rispetto al ritmo di vendita in questo periodo dell’anno scorso.

“Mentre i mercati immobiliari canadesi hanno preso l’abitudine di deriderli in passato, i fondamentali sono di buon auspicio per almeno una parziale riduzione dell’attività di vendita nel resto dell’anno.”

Esodo suburbano

Diana Petramala, un’economista del Centro per la ricerca urbana e lo sviluppo del territorio alla Ryerson University di Toronto, dice che la COVID-19 ha accelerato alcune delle tendenze che erano in corso nel settore immobiliare prima che la pandemia colpisse.

In particolare, la gente vuole più spazio, il che li porta a pagare di più nelle grandi città o a spostarsi per ottenerlo.

ADVERTISEMENT

“I millennial stanno invecchiando e risalgono la scala del reddito e quando si fanno più soldi, si vogliono alloggi più grandi e migliori”, ha detto in un’intervista.

Alcuni dei più alti aumenti di prezzo sono nei mercati suburbani appena fuori dalle grandi città, dove i prezzi sono aumentati di oltre il 25 per cento in alcuni luoghi vicino a Toronto e Vancouver. Questo contrasta con il mercato condominiale, che è notevolmente più morbido in entrambi i mercati.

“L’immigrazione ha sostituito i millennial nelle città, ma quelle popolazioni residenti si stanno spostando fuori dalle città”, ha detto. “Questo sta accadendo non solo in Canada”.

Ha detto che il boom delle vendite di agosto sta avvenendo in gran parte ora perché non è successo all’inizio dell’anno, ma “alcuni dei guadagni di prezzo stanno forse correndo avanti a se stessi.”

  • CMHC esorta i prestatori a smettere di offrire così tanti mutui ad alto rischio

Ben Rabidoux, presidente della società di ricerche di mercato North Cove Advisors, dice che il mercato immobiliare canadese dovrà affrontare venti contrari nei prossimi mesi una volta che i programmi di differimento dei mutui offerti dalle grandi banche scadranno, il che potrebbe portare ad alcune inadempienze e potenzialmente a vendite forzate che potrebbero colpire il mercato immobiliare.

“Ci sono un sacco di domande incombenti e un sacco di sfide potenziali per questo mercato mentre ci dirigiamo verso l’autunno”, ha detto in un’intervista.

“La vera domanda è come sarà il mercato in primavera… è un po’ controintuitivo e non mi è chiaro che questo possa essere sostenuto in futuro.”

  • La spesa per la ristrutturazione della casa si riscalda di nuovo dopo che la pandemia COVID-19 ha portato ad un profondo congelamento

SULL’AUTORE

Pete Evans
Senior Writer, CBCNews.ca

Pete Evans è il senior business writer per CBCNews.ca. Prima di arrivare alla CBC, il suo lavoro è apparso sul Globe & Mail, il Financial Post, il Toronto Star, Canadian Business Magazine e – che ci crediate o no – Circuiti Assembly Magazine. Twitter: @p_evans Email: [email protected] Secure PGP: https://secure.cbc.ca/public-key/Pete-Evans-pub.asc

Con i file di Jacqueline Hansen della CBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.